OZONO TERAPIA

Scarica il depliant in pdf

Video su youtube:

http://www.youtube.com/watch?v=80Fqboes8Sc
http://www.youtube.com/watch?v=6aTTwnt_8yo&feature=fvwrel
http://www.youtube.com/watch?v=U9I9uEdNhq0

L’ossigeno ozono terapia è trattamento coadiuvante di ampio spettro al di là della causa specifica e dell’alterazione metabolica. Vi sono delle situazioni dove l’effetto farmacologico dell’ossigeno ozono è mirato e altre dove il suo raggio di attività è molto ampio. E’ paragonabile al glucosio, sostanza indispensabile per la vita di ogni cellula, tessuto, organo e individuo vivente. Agisce bene costando poco e, come ebbe a dire il Prof. Payr: “Ciò che non può il farmaco e/o l’ossigeno, può l’ozono

LE CARATTERISTICHE

Cos’è l’Ossigeno Ozono Terapia: è una terapia basata sull’erogazione di una certa quantità di ozono nell’organismo, attraverso varie tecniche e, su alcune patologie, ha permesso di ottenere dei risultati terapeutici insperati, grazie ad:
– azione diretta – immunomodulante
– azione antalgica e miorilassante
– effetto antibatterico ed antivirale di tipo sistemico
– riattivazione circolo venoso ed arterioso

LE VIE DI SOMMINISTRAZIONE

La somministrazione può avvenire in maniera:
– locale: mediante applicazione di una campana di vetro o di un sacchetto di plastica reso opportunamente stagno, in cui viene fatto fluire 1′02/DJ.
– Sistemica: viene abitualmente iniettato per via intramuscolare, sottocutanea ed intraarticolare.
– con l’utilizzo dell’autoemoinfusione: eseguita prelevando sangue venosa che, convogliato in un contenitore, viene trattato con la miscela di 02/03 e successivamente reinfuso La terapia può sostituire interventi chirurgici per ernia discale, uso di immunomodulanti, trattamenti iperbarid comportando con dò un notevole risparmio in temini di tempo, costi e sui tempi di recupero.

TOSSICITA’ ED EFFETTI COLLATERALI

Non esistono effetti collaterali di rilievo se tale trattamento è correttamente applicato; inoltre non causa reazioni allergiche di alcun tipo. Negli ultimi anni, nonostante un notevole incremento di questa metodica, non si sono registrati effetti collaterali o indesiderati, il che conferma come questa terapia sia priva di pericoli se eseguita da medici preparati da corsi appositi e certificati SIOOT. Non genera dipendenza.

LE APPARECCHIATURE

Le apparecchiature per la produzione dell’ozono devono rispondere a particolari requisiti di qualità che sono previsti dalla Società Scientifica di Ossigeno· Ozono terapia. I Protocolli sono frutto dell’esperienza clinica e bibliografica utilizzando apparecchiature MULTIOSSIGEN MED

98 HCPS, MED 95 CPS, MED 99 IR.

LE AREE DI INTERVENTO

Patologie ortopediche:

in numerose patologie a carico dell’apparato Osteo-articolare e Muscolo-Scheletrico, caratterizzate da spiccata sintomatologia dolorosa, la terapia viene utilizzata con ottimi risultati. Il suo

impiego è efficace sia nelle affezioni infiammatorie acute, sia in quelle degenerativo-croniche. I risultati ottenuti evidenziano una spiccata efficacia nelle patologie a carico delle articolazioni di mani, piedi, ginocchia e spalle.
Si viene così a spezzare il circolo perverso rappresentato da: alterazione morfologica, dolore, contrattura muscolare antalgica, rigidità articolare, deficit funzionale. L’Ozono oltre ad abbassare costantemente la sintomatologia dolorosa, favorisce il rilassamento delle fasce muscolari coinvolte con conseguente recupero nella flessibilità e funzionalità complessiva.

Nelle ernie e protrusioni discali, lombari e cervicali non operabili, a giudizio dellQ specialista, la regressione della sintomatologia dolorosa è rapida, i vantaggi rispetto alle altre metodiche tradizionali sono rappresentati soprattutto dall’assenza di effetti collaterali e dall’elevatissima efficacia in tempi rapidi.

Immunopatie:

l’ozono è un induttore ideale delle citochine, sostanze fondamentali per la regolazione dell’attività del sistema immunitario. I risultati ottenuti suggeriscono l’utilizzo dell’Oli03 ad appropriate
concentrazioni, nell’ambito dei protocolli di chemioterapia, con lo scopo di aumentarne l’efficacia terapeutica senza incrementarne la tossicità.
L’azione immunomodulante dell’O) ha portato a numerose ricerche sull’efficacia di tale terapia nel contrastare malattie virali e batteriche e le relative manifestazioni sintomatiche.
La ricerca sugli effetti biologici dell’ozono a carico dei linfociti e dei monociti ha portato a concludere che può esercitare un effetto stimolante sulla produzione delle citochine. Queste comprendono una serie di sostanze tra cui: interferoni (IFNs), fattore di necrosi tumorate (TNF) e interleuchine (Ils), con proprietà
antivirali e immunomodulanti.
E importante ricordare come i meccanismi immunitari dell’organismo ossigeno-dipendenti sono una fondamentale difesa contro gli agenti infettivi e tumorali.

Medicina Fisica e Riabilitativa:

nei procedimenti fisioterapici si colloca l’Ossigeno-Ozono quale terapia d’elezione sia nel trattamento di specifiche patologie, sia in ambito strettamente riabilitativo, muscolare e neurovascolare.
Da non trascurare, infine, è la capacità dell’Ozono di agire da decontratturante nei distretti in cui persistono esiti di traumi o di attività posturale non corretta.

Arteriopatie periferiche:

la terapia è indicata nei problemi di circolazione arteriosa, per il suo effetto positivo sulle condizioni di insufficiente apporto di 02 ed in particolare nei confronti delle arteriopatie obliteranti caratterizzate da c1audicatio intermittens, con dolore, cianosi e gravi alterazioni trofiche.

Malattie venose, ulcere trofiche:

questa terapia è indicata nel trattamento delle ulcere sia da decubito che vascolari dove si somma all’effetto disinfettante dell’Ozono l’azione trofica e la riepitelizzazione dei tessuti.
In oltre grandi vantaggi si hanno nel trattamento delle patologie del microcircolo degli arti inferiori (gambe gonfie e pesanti), nelle cefalee vasomotorie e a grappolo e nella maculopatia degenerativa.
Nel trattamento dell’insufficienza venosa cronica, si opera ormai da tempo riscontrando risultati positivi, sia sotto l’aspetto funzionale che estetico. I pazienti hanno evidenziato un miglioramento della condizione vascolare di entità oggettivamente significativa.
La tecnica dalla ozonoterapia per autoemoinfusione presenta efficacia, assoluta sicurezza ed ottima accettabilità.

Ipodermiti indurative e lipodistrofie localizzate (cellulite):

le lipodistrofie localizzate e le ipodermiti indurative (Panniculopatie) sono diverse manifestazioni di un problema medico vero: la cellulite. Questa è una condizione patologica e non un semplice inestetismo e pertanto deve essere trattata con una terapia medica adeguata. L’ozono è metodica che presenta risultati scientificamente verificabili ed accettati.

Bibliografia:
Oltre 1900 lavori scientifici pubblicati su PubMed dei quali altre 430 presenti sul sito www.ossigenoozono.it.